venerdì 26 dicembre 2014

Un giorno in fotografia: 24 dicembre


Ho provato a fissare in fotografia la Vigilia di Natale di quest'anno, per poterla rivedere, per documentare, come quella dello scorso anno, una Vigilia così diversa, così particolare, così densa di emozioni forti e contrastanti. Poche parole e soprattutto immagini, come questa dell'ultima bustina di tisana del calendario dell'Avvento e due rune per indirizzare la giornata, al mattino appena sveglia.



La mattinata passata ascoltando musica e impastando teglie su teglie di biscotti con una ricetta deliziosa (penso siano i biscotti più buoni che io abbia mai cucinato), per lo più biscotti da regalare a Natale come questi a forma di omino di pan di zenzero intagliati con una formina che i miei genitori ci hanno portato da un viaggio in Alsazia.



La gratitudine per i doni ricevuti quest'anno da amiche care, pensati con cura, come una delicata illustrazione o un mini giardino a più piani fatto a mano.
Sapere che una coppia di amici ha appena avuto un bambino, accolto con amore, nato questa mattina.


La gatta che sonnecchia sul letto mentre pratico un po' di yoga prima di pranzo, cercando di fermarmi in equilibrio e radicamento in una giornata dall'umore alterno.

 

Preparare gli ultimi regalini, come questi piccoli Babbi Natale realizzati dai rotolini di cartone della carta igienica.



Una passeggiata che mi ha portata a casa di mia zia, a fotografare il meraviglioso presepio con i personaggi realizzati a mano in lana e scambiare ricette per il menù di Natale.
Un saluto a mia nonna, insieme ad altre due zie, mettendoci come sempre a chiacchierare senza posa.


Una sorpresa trovata nella buca delle lettere al ritorno a casa, che scalda il cuore.



Gli ultimi acquisti per il pranzo del 25 che sarà a casa nostra con i miei genitori e mio fratello: per la prima volta mi cimento nella preparazione del polipo con patate, qui prima della cottura e poi in pentola sorvegliato dalla gatta.


Finalmente un momento di calma, con una tisana ayurvedica presa ad Amsterdam , alcuni biscotti sfornati al mattino e un libro già letto e amato, ora riletto dopo averlo acquistato tornando in treno dalla settimana di Loving the Mother.


La cena tranquilla e silenziosa insieme a Simone, a casa nostra, con riso pilaf e mazzancolle al curry e candele accese sulla tavola. Una bella chiacchierata, sincera e profonda, le confidenze tra di noi, proprio quello che ci voleva.


Un massaggio con olio di mandorle, un pigiama fresco di bucato, ricevuto in regalo anni fa proprio per Natale da parte di Simone.
Una serata calma, di riposo e lettura, andando a dormire presto dopo aver sistemato sul tavolo in sala i regalini preparati per il giorno dopo e chiudendo la porta, come da tradizione, per mantenere il segreto e la sorpresa.
 
“I will honor Christmas in my heart, and try to keep it all the year.”
~Charles Dickens
E voi come avete passato questa Vigilia?

15 commenti:

  1. Come al solito le tue foto e i tuoi racconti fanno trasparire una grande e luminosa semplicità...Io per la vigilia ho avuto ben 16 ospiti a casa! E' stata una serata rumorosa e un po' accalcata ma gioiosa e ricca di calore....ti abbraccio! e grazie per trasmettere serenità attraverso i tuoi post!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sedici ospiti a cena devono essere stati un bell'impegno immagino! :-) grazie per passare da qui a leggere e commentare!

      Elimina
  2. Natale in famiglia. Niente di più bello. Pronti ad accogliere CHI NASCE, pronti, soprattutto, ad accogliere il tempo che scorre lento e ci aiuta a riflettere, ad ascoltare, ad ascoltarci. A capire quanto amiamo le persone che fanno parte della nostra vita e riprometterci- ripromettermi- di dirglielo più spesso.
    Preparare i regali, segno di attenzione ed amore. Chiudere la porta, onorare il Natale, onorare la Nascita.
    Un grande abbraccio Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è stato proprio un Natale in famiglia e così sta continuando in questi giorni, lenti, ma trascorsi spesso con i miei cugini o le mei zie...una grande ricchezza! :-) un abbraccio forte a te!

      Elimina
  3. Cara :-*

    Il Presepe è incantevole!

    Auguri a voi per questi giorni speciali!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, il presepe è meraviglioso vero? Pensa che ci sono anche due statuine/mamme con i piccolini portati in fascia :-)

      Elimina
  4. La vigilia mi ripropongo ogni anno di trascorrerla con calma, col giusto silenzio interiore. Poi anche se all'esterno, intorno a me c'è agitazione e confusione , cerco di non farmi coinvolgere, non sempre riuscendovi ma almeno provandoci. Una richiesta: potresti darci la ricetta dei biscotti che hai fatto? Coi bimbi spesso ci cimentiamo a fare biscotti e sono sempre curiosa di conoscere e provare nuove ricette. Grazie e buon proseguimento di festa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa la ricetta originale, dal sito 3191milesapart (che in questi giorni non è visibile perché il sito è in riaggiornamento), io ho modificato un poco le dosi ma ti scrivo qui la ricetta base tradotta:
      500 gr farina
      mezza bustina lievito secco per dolci
      1/2 cucchiaino sale
      1 cucchiaino di noce moscata in polvere
      230 gr burro
      300 gr zucchero
      1 uovo
      172 tazza di panna acida
      - io ho usato latte al posto della panna acida e ridotto zucchero e burro, invece di noce moscata ho messo cannella, zenzero e cardamomo-
      Impastare il tutto e far riposare in frigorifero la pasta pronta almeno per un'ora (io la prima volta l'ho fatta riposare solo mezz'ora, la volta successiva più di 10 ore...ma non ho notato differenze nei biscotti né nella lavorazione della pasta!)
      buona preparazione dei biscotti!

      Elimina
  5. Anche qui vigilia di biscotti a sei mani, impacchettati e lasciati davanti alle porte per i vicini di casa, come ogni anno. E nottata lunga a sfornare e decorare la casetta di pan di zenzero, a rosicchiare carote, sbucciare clementine e impacchettare doni per conto di Babbo Natale :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho visto la casetta di pan di zenzero e lo spuntino per Babbo Natale, che belle idee! :-)

      Elimina
  6. Ciao Daniela, ricambio la tua graditissima visita. Ho ritrovato qui le cose che tanto mi piacciono: la semplicità, la celebrazione delle piccole cose, la voglia di stare insieme.
    Che il nuovo anno sia per te pieno di cose belle e interessanti!
    Veronica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Veronica, grazie per essere passata qui! Un abbraccio!

      Elimina

Grazie per ogni tuo commento :-)