lunedì 24 settembre 2012

Spazio Creativo

 Bisogna mettersi in movimento, per trovare nuove strade, per provare nuovi percorsi.
Bisogna avere il coraggio di uscire dal guscio e di andare a testa alta in giro, con in mano un blocchetto di fotografie appena stampate, un sorriso un po' timido e la paura di non farcela.
Si tira fuori la creatività più profonda, si trovano idee per allestire un tavolino dal sapore autunnale, si trova un angolo in mezzo ad un viale di alberi, si tirano fili di spago tra tronco e tronco, e si usano decine di pinzette di legno per appendervi le fotografie.
 Il vento imperterrito staccherà tutte le fotografie facendole volare attraverso il giardino per tre, quattro, dieci volte di fila in pochi minuti.
Bisogna avere pazienza, riattaccarle tutte, risistemarle, e farlo di nuovo per ore e ore, durante una serata ventosa.
Bisogna perseverare e saper rimanere anche quando al mercatino c'é poca gente, quando fa molto freddo e sei lì da più di 12 ore, quasi immobile seduto vicino al tuo tavolino.




 Poi però guardi le tue fotografie lì appese, tutte in fila, scampoli di momenti belli, di piccole cose, "Il mondo tra le mani: riscoprire la bellezza delle piccole cose", e sei felice di vedere la loro macchia di colore sotto le foglie degli alberi, di sentire i commenti curiosi dei bambini che vengono a vedere e l'entusiasmo di altri fotografi e degli organizzatori per la tua mostra, per la tua installazione, che li colpisce, che interessa e che riceve i loro complimenti più calorosi.
Bello vedere come può emozionare anche una mostra così semplice,spontanea, tutta realizzata con quello che avevo sottomano: le foglie secche di inizio autunno a decorare, le zinnie dell'orto dei miei genitori sul tavolino, con le mele raccolte con mio nonno Lorenzo, il nido dove viveva Zeno, le zucche ornamentali color arancio vivo.


 Mi ci é voluto molto coraggio e molta, molta pazienza per organizzare questa mostra/mercatino, é stato molto impegnativo, ero esausta dopo questi due giorni, ma sono profondamente fiera di me per aver provato questa nuova strada, per essermi messa in movimento.
Mi piacerebbe provare a fare altri mercatini, certo all'inizio si sarà sempre di rodaggio, ma ho delle belle idee e voglio mettermi d'impegno per realizzarle.
 Spesso le nostre idee sono fragili e volatili come queste fotografie, che il vento continuava a staccare a far rotolare, ma so che con molta pazienza arriveranno anche dei risultati, già osare e mettersi in gioco esponendo pubblicamente le mie fotografie, parlando e raccontandomi con chi é venuto a vederle, é stato un bel traguardo.
Domani vi racconto degli altri partecipanti allo Spazio Creativo organizzato dall'Associazione culturale Marcovaldo, intanto il mio ringraziamento va a mio marito che mi ha sostenuto in questi due giorni di mercatini con dosi abbondanti di gnocchi al castelmagno, bomboloni con Nute*la, gelati e per finire crepes da lui preparate con crescenza tiepida.
Si sa, quando si sta fermi per ore e ore al freddo, raccontando di sè e delle proprie fotografie, c'é bisogno di piatti coccolosi, di amici (siete stati molti, grazie!!) che passano a trovarti e di un gattino che ti si scaraventa addosso appena torni a casa stanco e mezzo congelato.
Stay tuned, che la mia mente é in fermento già pensando ai prossimi mercatini da organizzare.

14 commenti:

  1. Che bello il tuo mondo tra le mani...
    Sai, vorrei anche io rimettermi in movimento, ricominciare a fare i mercatini... Avevo smesso perchè non si vendeva più niente, ma bisogna essere positivi, non arrendersi, continuare a raccogliere le fotografie e con pazienza riappenderle al filo.
    Ti mando un grande e caloroso e coccoloso abbraccio
    Francesca

    RispondiElimina
  2. Che bella mostra cara!!!

    RispondiElimina
  3. Mi ispira molto il tuo spazio creativo, complimenti alle foto e all'allestimento.

    RispondiElimina
  4. Che bel progetto!!! Anche a te come Chiara (Nella mia soffitta), brava brava!!! è bello riuscire a trovare il modo di coltivare le proprie piccole passioni!!! Anche tu continua così!!! Lory

    RispondiElimina
  5. mi fai molta tenerezza , Daniela.

    P.S. Quando ti capitera' di avere un momento di irritazione con tuo marito, come capita a tutti, ricordati del risotto, dei bomboloni e delle crepes...
    Anna

    RispondiElimina
  6. che meraviglia! ti vedrei bene con il banchetto vicino a quello di mia sorella... che trasforma la natura in ceramica... se hai mercatini in zona Veneto... mi piacerebbe venirti a trovare.

    RispondiElimina
  7. brava Daniela! so cosa significa il coraggio di "esporsi" per la prima volta, so che carico di emozione, lavoro, trepidazione comporti. il primo passo è fatto, adesso gli altri saranno sempre più facili e naturali. complimenti anche per come hai presentato i tuoi lavori, oltre che per i lavori stessi: le tue foto sono bellissime. in ognuna un piccolo mondo. e dunque mi ripeto: brava :)

    RispondiElimina
  8. Mitica Dani!!!!
    Riescono ad essere bellissime anche le... foto delle foto!!
    E fare l'equivalente in rete? Un mercato virtuale? Tipo Etsy?
    Un bacio grande, ci si vede in patria.

    RispondiElimina
  9. Grazie per i vostri commenti calorosi :-)

    RispondiElimina
  10. Bravissima Daniela...
    che dirti... COMPLIMENTI!
    Per il tuo coraggio, per il tuo impegno, per il tuo movimento...
    Il tuo stand era bellissimo... mi spiace solo di non aver potuto ammirare dal vivo i tuoi bellissimi scatti...
    Ehi... ora che sei partita.. NON FERMARTI!!! :-)
    un abbraccio grande,
    Chiara

    RispondiElimina
  11. Che belle le foto e i messaggi che contenevano e cioè la riscoperta della bellezza intorno a noi e saperla cogliere e guardare con occhi "nuovi". Ma mi domandavo perchè non unire questa passione all'altra tua passione che sono i bambini? Organizzare dei corsi di fotografia per loro e con loro allestire mostre magari in occasione dei mercatini di Natale. I bimbi sono attratti dalla tecnologia e affascinati dalle foto perchè non unire queste passioni?

    RispondiElimina
  12. brava Daniela! bravissima!
    che bella mostra, foto toccanti!
    e quel nido?.. ma è il "vostro nido"... e quell'uovo dentro....
    vuoi forse dirci qualcosa?!?!... ;-)))

    RispondiElimina
  13. @ Mamma F e Elisa: si é proprio la direzione che ottengo intraprendere, organizzare dei corsi dei fotografia ed un negozio online.Non so ancora bene come fare, ma mi sto organizzando :-)
    @ Kikka:si é il nido di Zeno ma non ci sono altri messaggi nascosti!

    RispondiElimina

Grazie per ogni tuo commento :-)