domenica 26 settembre 2010

E tutto va come deve andare

Ovvero l'arte di 3 lavori in uno!
Si la bella notizia é che ho iniziato da quasi due settimane a lavorare come educatrice in due scuole, che diventeranno 4 dalla prossima settimana.
In queste due scuole lavoro come assistente al sostegno a 3 ragazzini disabili, soprattutto uno é disabile grave con molti problemi (non parla, non cammina...).
Questo lavoro mi piace tantissimo!
Ve ne parlerò in modo più approfondito, adesso sto ancora "prendendo il giro" con i vari orari, conoscendo le classi ed i colleghi di lavoro oltre ai bambini stessi ed alle loro problematiche.
Avevo seguito un corso di neuropsichiatria infantile qualche anno fa ed ho molta esperienza con l'handicap anche in famiglia, a parte un iniziale momento di disagio mi trovo bene anche con questo bimbo molto grave e anzi mi sto appassionando tantissimo a questo lavoro, a cercare attività adatte a questi bambini, punti di approccio, a scrivere le attività giornalieri che compiamo insieme, la vedo come una sfida, in cui il tornare a casa dopo 5 ore con lui e vedere che dopo tanto lavoro ha finalmente detto la parola "acqua" (o meglio per lui é quaqua) quando voleva bere,é una gioia ed una soddisfazione incredibile.
Una delle due scuole poi é in montagna, una scuola piccola con pochi alunni (nella classe che seguo sono in 9!), nelle ore buche posso andare nei boschi a passeggiare, ne sono entusiasta.
Il secondo lavoro che sto svolgendo é quello matematico/finanziario:mi piace di meno, ma staccare dalla pedagogia e dall'handicap al pomeriggio é anche divertente.
E il terzo lavoro?
Bhe questa settimana ho vinto una borsa di studio per un ciclo di conferenze che ho seguito a Cuneo:
interessanti, anche se molto teoriche, la cosa positiva é stata ripiombare in mezzo a discussioni politiche/filosofiche a cui non ero più abituata.
Molte cose non le condivido più ed il parlare politichese a cui ero abituata all'università ora mi risulta alieno e inutile, ma alcune conferenze sono state interessanti (una sulla visione del martirio nel terrorismo, una sugli Amish) e se non altro ho potuto chiacchierare con gente stranissima che studia filosofia teoretica piuttosto che giurisprudenza ecologia, ed avere esperienze culturali di questo tipo é sempre utile,anche solo per capire che ora quegli argomenti non mi interessano più così tanto.
Intanto, continuo anche con le ripetizioni e con della piacevolissime letture.
E giovedì ho iniziato con la mia amica il corso di yoga!
Insomma a farla breve, sono stravolta e felicissima.
A volte ci sono così troppa gioia e così poche ore di sonno che la lucidità va a farsi un po' benedire, ma che belli questi giorni.
Le foto di questo post sono della cena araba a cui siamo andati io e Simone venerdì sera, a casa dei miei insegnanti di archeologia egizia, una coppia di amici fantastica, ecclettica.
La cena era composta da cibo del vicino oriente:
cus cus con vari condimenti e salse, riso all'iraniana con pollo indiano al curry, tutto cucinato in casa.
L'atmosfera era bellissia con tante lanterne accese in casa, una casa zeppa di libri fino al soffitto, di reperti e foto archeologiche degli scavi che loro hanno fatto in Egitto, come essere in un museo.
Mentre si finiva di preparare la cena, abbiamo analizzato e letto le ultime foto di geroglifici:una lezione di egittologia soprendente.
La cena é poi proseguita fino ad ore tarde tra discussioni di storia e dibattiti su "é stata peggio Canne o Teutoburgo come sconfitta secondo te?", racconti di avventure varie, cibo buono, risate, scambio di libri e dimostrazioni di combattimento di scherma medioevale con spade del 14oo (che emozione provare a tenerne una in mano!).
Insomma, in una parola, wonderful.
E la loro ospitalità, la cura con cui avevano preparato la tavola e dei piccoli sacchettini di incenso di acacia per ognuno, con il nostro nome scritto in geroglifici?
Una coppia stupenda, con il loro bimbo neonato che dormiva nell'altra stanza, appassionati, curiosi, vivaci.
Ecco, da grande voglio essere come loro!

19 commenti:

  1. "appassionati, curiosi, vivaci."

    ma tu sei già così!!! ;)

    RispondiElimina
  2. Che bellissimo post, quanta passione (non che nel resto del blog non ce ne sia ;-)...), quanto entusiasmo (da tutti i pori), quanto coinvolgimento.... dopo i dubbi dell'ultimo periodo, è meraviglioso ritrovarti così... un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Che bella notizia!!! Sono davvero contentissima per te...:-)! Io anche lavorerò di nuovo a scuola come educatrice per il pre e dopo scuola e ne sono molto contenta. Non c'è nulla di più bello che fare un lavoro che ci appassiona!:-)

    RispondiElimina
  4. Che bello! sono contenta che questo sia un bel periodo per te!
    un abbraccio forte!

    RispondiElimina
  5. che bello questo tuo entusiasmo! buona fortuna!

    RispondiElimina
  6. che meraviglia, che bell'assemblaggio di pezzettini ti ha riservato l'universo...lo dicevo io che avresti trovato lavoro ma che fossero tre...non lo avrei mai potuto immaginare ;-)Interessante se vorrai condividere qualche tua impressione-deduzione scaturita dal lavoro che stai svolgendo e che bella coppia di amici!Buona settimana e grazie per aver condiviso :-)

    RispondiElimina
  7. Sono contenta per te, stai facendo tante esperienze utili ed interessanti nei tuoi lavori. Anch'io come Anna sono curiosa e spero che ce ne racconterai ancora. Buona settimana!

    RispondiElimina
  8. E' bello leggerti così felice ed entusiasta.
    Buon lavoro!

    RispondiElimina
  9. Complimenti per tutto ... ma specialmente per l'attività di sostegno: conosco molto bene l'impegno che necessita, ma credo che non mollerai!

    RispondiElimina
  10. Anche adesso sei grande.
    Giorgio

    RispondiElimina
  11. Che bello congratulazioni!! E devo aggiungere che ciò che fai in svariati ambiti ha sempre in sé la possibiità di creare valore aggiunto mettendoci del tuo, non solo in capacità ma anche in cuore :) Brava.
    una gioiosa giornata
    StefiB

    RispondiElimina
  12. Fra tutte le edificanti esperienze che racconti,quella che più mi ha colpito è l'interesse genuino che hai espresso nel domandarti-insieme ai tuoi fantastici amici-se sia stata più terribile la battaglia di Canne o quella di Teotoburgo e mi chiedo:siete riusciti a darvi una risposta?
    Quanto alle riflessioni sugli incontri filosofici,vorrei ricordarti che si discuteva di DIRITTI UMANI...è curioso che siano questioni che non ti interessano più.
    MSC

    RispondiElimina
  13. @ anonimo:innanzitutto mi piacerebbe ti fossi firmato, avrebbe permesso un dialogo migliore non credi?rispondo comunque alle tue domande:per L. peggio Canne, per S. peggio Teutoburdo.I diritti umani mi interessano, e infatti lavoro 12 ore al giorno per fare in modo che i bambini che seguo ne possano godere,ma non mi interessa il nozionismo sull'origine dei diritti, il giusnaturalismo etc..non mi interessa sapere che origine storica-filosofica hanno, ma piuttosto sudare ogni giorno per renderli fruibili in concreto.

    RispondiElimina
  14. Io non ho un account su Google, comunque mi sono firmato MSC.Mi fa molto piacere che il tuo lavoro abbia come obiettivo la concretizzazione dei diritti dei bimbi che segui nè ho mai pensato di metterlo in dubbio !Ti ricordo solo che i diritti umani hanno un' origine storica e se oggi cerchiamo di renderli operativi è perchè qualcuno li ha teorizzati e ha cominciato a lavorare perchè venissero riconosciuti formalmente ;se così non fosse stato non potremmo lottare ( sudo anch'io, credi, e da molti più anni di te)per ciò in cui crediamo. Del resto i padroni di schiavi ritenevano fosse un loro diritto possederli ed è il dibattito filosofico e giuridico che ha capovolto la situazione).Sono intervenuto sul tuo blog perchè credevo che per te fosse più interessante dialogare davvero,anche pungolata da un pò di provocazione, che non leggere solo commenti entusiastici a quello che scrivi, commenti che mi sembrano distratti e superficiali , non stimolano il dibattito ma forse rafforzano solo la tua autostima...credevo che un blog fosse qualcosa di diverso da un diario,comunque se ti dà fastidio non scriverò più .

    RispondiElimina
  15. Passeggiate nei boschi? Deve essere come nelle favole :D

    A.D.

    RispondiElimina
  16. Grande Dani! grazie per il tuo commento sul mio blog. Ora ricambio qui! mi sono gustato, oltre ai tuoi racconti e le tue passioni, le foto delle montagne e della nostra natura. Da questa parte del mondo per quanto bella e interessantissima mi manca sempre la nostra natura, le nostre montagne! Buona fortuna con i tuoi 3 lavori. "Mantieni limpida la passione" cantava qualcuno...

    RispondiElimina
  17. Leggere il tuo blog è una continua spinta a migliorare e a migliorarsi! Conosco benissimo le varie sensazioni che descrivi, dalla soddisfazione nel sentire pronunciare da un bambino che non parla una semplice parola per esprimere un bisogno, alla necessità di andare oltre la teoria ed immergersi nella pratica quotidianeità, ed infine quella sensazione, la sensazione di incontrare una coppia armonica ed infine pensare: "da grande voglio essere come loro!".. sono sensazioni così famigliari!
    Complimenti per i tuoi lavori, per la pienezza delle tue giornate, per la tua passione e per il tuo entusiasmo!
    Pisi

    RispondiElimina
  18. cielo, e' la seconda volta che trovo il tuo blog coinvolto da polemiche! Congratulazioni per i molti impegni e gli impieghi, e complimenti per la tua passione e entusiasmo. Ciao!

    RispondiElimina
  19. Sono felice per te, congratulazioni! :)

    RispondiElimina

Grazie per ogni tuo commento :-)